Vini

L' Azienda ha una lunga esperienza nella vinificazione, che attua con le tecnologie più avanzate, mantenendo scrupolosamente la tipicità, la genuinità e la tradizione dei prodotti.

Tutti i vini, infatti, vengono seguiti con professionale competenza nel loro processo di maturazione, a partire dal Valpolicella, che si distingue nelle tre famose versioni.

Primo fra tutti il Valpolicella Classico, vino d' annata, ottenuto selezionando le migliori uve coltivate in queste zone collinari.

Segue il Valpolicella Classico Superiore I Lastari, nome che fa riferimento ai vigneti sorti dove, un tempo, i cavatori di pietre estraevano le lastre di marmo utilizzate per realizzare muri e tetti delle vecchie case. Infine, il Valpolicella Superiore Ripasso Santambrogio, un prodotto di notevole pregio, ottenuto rifermentando il Valpolicella Classico sulle vinacce del Recioto e dell'Amarone.
Altri due rossi si distinguono nella panoramica dei vini Aldegheri. Ci riferiamo al SengiaRossa, il cui nome si riferisce alla particolare zona della Valpolicella dove si ricava il pregiato marmo rosso di Verona; qui sono tuttora presenti i vecchi vitigni che danno il corpo a questo vino pieno, robusto e caratterizzato da una piacevole complessità di profumi. Le Pietre Santambrogio, invece, proviene da vitigni collinari caratterizzati da terreni secchi e pietrosi, dove spicca il Cabernet che reca ai suoi profumi una complessità leggermente erbacea e da ginepro essiccato.

Si giunge, così, ai vini di maggior prestigio, quali Recioto e Amarone. Entrambi richiedono un lungo periodo di preparazione che comincia con la fase di appassimento dell'uva. I migliori grappoli vengono selezionati manualmente e posti ad appassire in parte su graticci e in parte in moderni plateau in attesa della tardiva pigiatura, che si effettua nei primi giorni di febbraio. Il Recioto è un vino con un piacevolissimo sapore dolce, di colore granato intenso e profumi di rosa e viola, di marmellata di prugne e frutti selvatici. L'Amarone, lungamente invecchiato pria in botti in rovere e successivamente in bottiglia nelle cantine a volti, acquista un carattere robusto, pieno e caldo, il cui profumo ricorda le amarene sotto spirito, la liquirizia e il cuoio.
Sempre l'appassimento, lo ricorda anche il nome, è una delle fasi fondamentali per la realizzazione di uno dei grandi bianchi Aldegheri, il Passito: fermentato in piccoli fusti di legno, si caratterizza per un profumo prorompente di fiori selvatici, leggermente vanigliato.
Il Passito non è l'unico vino bianco delle Cantine Aldegheri; come non citare infatti il Custoza Zaleo e Zerbara, il Lugana Le Querce e il Soave Mondello dell'Azienda.