Pinot Grigio delle Venezie

Le riserve

L'uva si presenta di colore grigio-ramato, mentre il vino si offre al consumatore con un colore paglierino brillante. Diventa così indispensabile la vinificazione "in bianco", ed allora è basilare la ricerca del momento ideale per la raccolta e la cura dell'uva in modo da riuscire a catturare tutti i suoi profumi di fieno e mandorla tostata. In bocca si esprime al meglio ampliando i profumi e presentandosi con un sapore asciutto, pulito ed armonico.

UVAGGIO

Pinot grigio in purezza.

IL VIGNETO: collocazione geografica e caratteristiche

I vigneti che, situati a nord-ovest di verona, si prolungano fino al trentino, hanno età media di circa 30 anni. Il terreno collinare è morenico ed alluvionale di riporto, di natura calcarea e sabbiosa.

GLI IMPIANTI: il sistema e la densità

Guyot con circa 5.000 viti/ettaro.

LA VENDEMMIA: tempi e modi

Fra fine agosto e i primi di settembre, l'uva viene cernita solo a mano e raccolta in casse.

LA VINIFICAZIONE

Le uve, al loro arrivo in cantina, vengono avviate subito alla vinificazione. Si procede alla pigiatura a rulli e alla separazione immediata delle bucce dal mosto fiore, per non trasmettere il colore ramato pur mantenendo profumi e tipicizzazione varietale. Si ottiene così un'armonia perfetta tra percezioni olfattive e gustative. Si procede alla fermentazione controllata (circa 16 °c). segue la sosta in acciaio fino alla pulizia dai profumi di fermentazione. Dopo una breve sosta in bottiglia il vino è pronto per la mescita.

PINOT GRIGIO&CUCINA

Eccelle con antipasti, primi e secondi di pesce pregiato o carni bianche; ottimo come aperitivo. Va servito a 10-12 °c.