Dindarella

Le riserve

"Dindarella" è il nome di uno dei vitigni storici della valpolicella, caratterizzato da una produzione alterna e sempre molto limitata. La sua uva ha acini piccoli e diradati, adatti all'appassimento. Ne deriva un vino rosso rubino carico, che dopo qualche anno di invecchiamento si presenta con un bouchet di profumi di frutta cotta, spezie con pepe verde e zenzero, sottobosco e macchia mediterranea. Risulta particolarmente interessante al palato, dove i suoi tannini nobili elevano le sensazioni odorose in un finale lungo ed emozionante.

UVAGGIO

Dindarella in purezza.

IL VIGNETO: collocazione geografica e caratteristiche

I vigneti sono situati tutti a nord-ovest di Verona, sulle colline della zona storica della Valpolicella, ad un'altitudine che va dai 150 ai 300 metri. L'età media è di 30 anni, con ceppi anche oltre i 50. I terreni sono rossi e bruni su marne di età cretacea e terreni compatti rossi su calcari eocenici.

GLI IMPIANTI: il sistema e la densità

Tutto Pergoletta veronese, con oltre 2.000 viti/ettaro.

LA VENDEMMIA: tempi e modi

Fra la metà e la fine di settembre. I grappoli, raccolti a mano, sostano in plateau per qualche mese prima della vinificazione.

LA VINIFICAZIONE

A seconda delle annate ha inizio tra fine novembre e fine dicembre, operando una parziale diraspatura. La temperatura di fermentazione viene portata a 10 °c e si stabilizza poi attorno ai 15 °c. Segue una macerazione lunghissima, per oltre 40 giorni con due rimontaggi settimanali. Verso maggio-giugno, dopo due travasi, il vino pulito si trasferisce per l'invecchiamento in botti di legno di piccola capacità. Segue il travaso in bottiglia e l'affinamento per oltre 8 mesi.

DINDARELLA&CUCINA

Esalta il piacere di carne alla brace, della selvaggina e dei formaggi stravecchi e piccanti. Sorseggiato in buona compagnia, anche fuori pasto, sarà una gradita sorpresa! si consiglia di servirlo a temperatura ambiente in bicchiere ballon, previo passaggio in decanter.